Valentino: l’eleganza spiegata con gli occhi

Sofia Caramitti

Oggi come ieri

Valentino: l’eleganza spiegata con gli occhi

Valentino: l’eleganza spiegata con gli occhi
Sofia Caramitti
Pubblicato il 12 maggio 2019

Eleganza.

Eleganza come armonia.

Armonia come bellezza e bellezza come equilibrio tra le parti.

Nessuno lo ha capito meglio di Valentino Garavani, stilista di fama mondiale che ha tradotto in stoffa il fascino della semplicità.

Formatosi ad una scuola professionale di Figurino a Milano, Valentino Clemente Ludovico Garavani accompagna la sua passione per la moda alla grazia magnetica del balletto.

Dopo un lungo periodo di sperimentazione stilistica l’approdo a Barcellona segna l’ispirazione per la svolta artistica: il Rosso Valentino, particolare per il suo essere cangiante tra le tonalità accese dell’arancio e quelle più scure del carminio.

Il rosso è vita, passione, amore. È il rimedio contro la tristezza.

Una donna vestita di rosso, soprattutto la sera, è l’immagine perfetta dell’eroina tra la folla.

V.Garavani

L’autonomia dello stilista però è ancora immatura per il panorama internazionale e seguono dunque anni di umile lavoro presso l’atelier di Guy Laroche.

Sono gli 60′, la griffe Valentino raggiunge le vette dell’alta moda italiana diventandone una vera e propria eccellenza con l’apertura della Maison Valentino nel cuore pulsante della moda capitolina, Via Condotti.

Nel 1962 la collezione di Palazzo Pitti a Firenze genera un plauso tale da consacrare mondialmente il marchio V tra le stelle dell’haute couture con una escalation di successi fino agli anni duemila.

Ho un primato: otto attrici hanno ritirato un Oscar vestite da me.

V.Garavani

E se fossero poche le ben otto attrici insignite di un Oscar nei panni di  nientepopodimeno che Mr.Valentino, innuberabili sono gli artisti di alto calibro che hanno avuto lo stesso privilegio.


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa