Unict: un nuovo capitolo per la saga infinita del parcheggio multipiano

Sara Obici

News&Politics

Unict: un nuovo capitolo per la saga infinita del parcheggio multipiano

Unict: un nuovo capitolo per la saga infinita del parcheggio multipiano
Sara Obici
Pubblicato il 16 novembre 2019

Il Parcheggio Multipiano del comparto 10, vicino al Policlinico e alla Torre Biologica, non smette purtroppo di rappresentare un tasto dolente per gli studenti. Dopo i misteriosi furti dei mesi passati, e i dubbi sulla mancanza di un’adeguata forma di sicurezza, una nuova problematica arriva tristemente alla nostra attenzione.

Gli studenti sono infatti costretti, da circa un paio di giorni, a dover esporre sul cruscotto la tassa pagata, mentre la sola carta dello studente non è più considerata sufficiente per accedere al parcheggio con l’adeguata scontistica per gli universitari.

Quest’evento è stato evidentemente la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Difatti nel pomeriggio di ieri diversi rappresentanti degli studenti dell’area Sanitaria si sono riuniti per redigere una lettera ufficiale che illustra i vari problemi in cui stanno incorrendo, da presentare alle autorità competenti – e che vi presenteremo integralmente alla fine dell’articolo.

Ma qual’è davvero la situazione? La Rappresentanza Studentesca Unita dipinge un quadro davvero allarmante:

“Noi studenti  viviamo una situazione assurda, ogni mattina. Lottiamo anche solo per accedere ad un parcheggio che ci spetterebbe di diritto, che ci fanno comunque pagare – con delle tariffe agevolate che ci fanno interpretare come se ci stessero facendo un regalo controvoglia – e che spesso non riesce a garantire neanche la sicurezza delle vetture”

“E adesso siamo anche costretti ad esporre la tassa pagata per accedere al parcheggio. Tutto ciò non fa parte di alcun regolamento, anche perchè in questo modo si espongono dati sensibili agli occhi di tutti, come nome, cognome, indirizzo, fascia di reddito. Oltre ad essere sbagliata, questa cosa non ha neanche un senso logico, perchè per accertare che siamo effettivamente universitari basterebbe semplicemente esporre la carta dello studente“.

“Ma in questi ultimi giorni, a poco tempo dalla scadenza dell’appalto, la “Eco-Turist” sta insistendo su questo aspetto della tassa pagata. E questo è troppo, dopo tutti i problemi di emissione arbitraria di multe, danneggiamento di veicoli, assenza di sorveglianza adeguata”.

Il titolare ha avuto addirittura uno scatto d’ira e ci ha urlato contro, lasciandoci intendere che cercheranno in tutti i modi di estrometterci dal parcheggio con la nuova gara d’appalto”.

Noi di SudLife ci siamo sempre battuti per migliorare questa situazione, e non smetteremo certo adesso. Se anche voi siete indignati e volete far sentire il vostro supporto, potente contattare i rappresentanti. In ultimo, vi lasciamo con la lettera stilata dalla Rappresentanza Studentesca Unita.


Scriviamo questa lettera per esprimere il nostro dissenso circa gli ultimi spiacevoli avvenimenti verificatisi al Parcheggio Multipiano dell’ A.O.U. Policlinico – Vittorio Emanuele ‘’Gaspare Rodolico’’.

Da tempo la comunità studentesca lamenta continui disservizi correlati alla gestione del su citato parcheggio :

  • furti e danneggiamenti delle autovetture;
  • assenza di un efficiente sistema di sorveglianza;
  • regolamento applicato in maniera errata e poco chiara;
  • emissione illecita e arbitraria di multe;
  • continui diverbi con gli addetti del su citato parcheggio;
  • assenza di manutenzione;

Le seguenti problematiche perdurano da molti anni e nonostante le ripetute segnalazioni da parte della rappresentanza studentesca non sono mai state prese in esame dagli organi competenti.

Nonostante non fossimo nuovi a tali disservizi e soprattutto, nonostante queste siano problematiche ampiamente segnalate dall’intero corpo studentesco  – tramite la rappresentanza studentesca qui riunita come firmataria della lettera – oggi ci ritroviamo riuniti nella necessità di dover segnalare con forza il bisogno di essere finalmente ascoltati dalle autorità competenti.

Allo stato attuale, segnaliamo un aggravamento della situazione con un rapporto non sostenibile con la ditta “Eco-turist”, gestore dello spazio di parcheggio Multipiano presso la struttura Policlinico.

Ad oggi, registriamo innumerevoli lamentele circa la mancata chiarezza nel regolamento vigente per cui è garantita la convenzione a favore degli studenti e, soprattutto un’applicazione errata e del tutto arbitraria da parte dei rappresentanti della ditta di tale regolamento, il quale ha – a più riprese – sfociato nell’emissione di sanzioni non legittime.

Ancora più grave, vogliamo segnalare la presenza di atti vandalici e/o furti dei veicoli degli studenti durante l’orario delle lezioni e con ciò vogliamo porre all’attenzione di tutti la condizione degli studenti, i quali apparentemente non risultano essere liberi di poter frequentare le lezioni senza dover subire tali illeciti o dover convivere con la paura che ciò possa succedere.

Evidenziate tali problematiche, le quali rappresentano unicamente la punta dell’iceberg di quelle che sono le difficoltà che ogni giorno gli studenti devono affrontare, ci appelliamo agli Organi competenti affinchè possano prendere in esame le suddette criticità esposte nella speranza che queste possano trovare una soluzione definitiva.

La rappresentanza studentesca dell’intera Area Sanitaria presenterà delle richieste formali a tutela della comunità studentesca con l’augurio che possano essere tenute in considerazione.

La comunità studentesca dell’area sanitaria dell’Università degli Studi di Catania

Commenti dei lettori


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa