SUDlife, quando un’esperienza si trasforma in un viaggio

Antonio Catara

Mondointeriore

SUDlife, quando un’esperienza si trasforma in un viaggio

SUDlife, quando un’esperienza si trasforma in un viaggio
Pubblicato il 1 giugno 2019

Avete presente quella sensazione di panico che ci pervade quando ci presentiamo completamente bianchi ad una interrogazione? Ecco, adesso provate ad immaginare di recarvi in un posto con l’idea di dover fare una cosa e finire per farne una completamente diversa.

Questo, né più, né meno, è quello che mi è successo lunedì scorso, quando, recatomi alla Link University convinto di dover fare un’intervista, mi sono ritrovato a parlare di fronte a un gruppetto di miei coetanei, cercando di spiegare loro perché un’esperienza come quella che offre Sud Life può davvero essere utile.

Quando ho scoperto, in tempo reale, di dover parlare di fronte ad una platea, non nascondo che le mie gambe hanno cominciato a fare Giacomo-Giacomo e che da quel momento l’unica cosa alla quale riuscivo a pensare era proprio il discorso che da lì a poco avrei dovuto sostenere. Provvidenziale come non mai, è stato l’intervento del direttore de I Vespri, Fabio Tracuzzi, che ha raccontato della sua vita spesa al fianco di Giuseppe Fava e di come lo abbia seguito anche quando farlo sembrava una follia. Proprio questo è stato il senso del suo appello a noi giovani: “Siate folli e seguite l’istinto”.

In quel momento mi sono detto che avrei potuto farcela e, così, ho cominciato a raccontare di come è nato e cresciuto questo giornale, che, lo dico con un po’ di orgoglio, sento molto mio.
Per dir tutta la verità, nei pochi minuti che mi sono stati concessi e con il magone che avevo, non sono riuscito a tirar fuori tutto quello che avrei voluto. Innanzitutto perché limitarsi a dire che un’esperienza del genere sia solo un rodaggio di capacità e un percorso di apprendistato è riduttivo e poi perché per capire davvero cosa sia la pazza famiglia di Sud bisogna viverla, dalle infinite riunioni che sfociano in disquisizioni filosofiche, alle machiavelliche inchieste che hanno reso famoso questo giornale.

Ecco, magari adesso non avrà lo stesso impatto, ma se il vostro sogno è quello di raccontare storie, di emozionare, ma, soprattutto, di smuovere coscienze, allora non datevi alcun limite e mettetevi in gioco.


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa