Gli studenti siciliani chiedono un aiuto alla Regione

Simone Dei Pieri

News&Politics

Gli studenti siciliani chiedono un aiuto alla Regione

Gli studenti siciliani chiedono un aiuto alla Regione
Pubblicato il 21 aprile 2020

È stata audita martedì 14 aprile in V Commissione ARS dal presidente della commissione, Luca Sammartino, la delegazione di studenti universitari che hanno proposto di inserire nel bando ERSU per l’a.a. 2020/2021 un bonus per gli studenti universitari


Si tratterebbe nello specifico di un bonus variabile a seconda dell’anno di iscrizione, da usarsi con priorità rispetto ai crediti “bonus” previsti da bando e già maturati dagli studenti.

Luigi Orazio Tilaro, Damien Bonaccorsi, consigliere in seno al Nucleo di valutazione UniCt, Giuseppe Calaciura, senatore accademico UniCt, Alessandro Guastella, senatore accademico UniCt, Pierpaolo Panebianco, senatore accademico UniCt, Carmelo Fiume, consigliere in seno alla scuola “Facoltà di Medicina” UniCt, Marco Cristaldi, consigliere in seno alla scuola “Facoltà di Medicina” UniCt, Alessio Leoncini, consigliere in seno alla scuola “Facoltà di Medicina” UniCt, Francesco Volpe, consigliere al CdA ERSU Enna, Riccardo La Cognata, consigliere al CdA ERSU Enna, Giuseppina Torrisi, consigliere al CdA ERSU Enna, Kevin Bonasera, consigliere al CdA ERSU Messina, Manuel Davide Morabito, consigliere al CdA ERSU Messina e Teodoro Pietro Di Certo, consigliere al CdA ERSU Messina. 

Sono questi i nomi degli studenti che, in rappresentanza degli studenti siciliani, hanno chiesto al Governo siciliano di creare misure di sostegno per gli studenti alla luce dell’emergenza sanitaria in corso e soprattutto dell’impatto economico che questa avrà sulle carriere delle famiglie di tanti studenti nonché sugli studenti stessi.

Come si articolerà il bonus?

L’ipotesi di distribuzione del bonus è concreta e prevede 6 crediti per gli studenti che passano dal 1° al 2° anno di un corso di laurea triennale/magistrale a ciclo unico; 9 crediti per gli studenti che passano dal 1° al 2° anno di un corso di laurea magistrale biennale e 12 crediti per tutti gli altri studenti iscritti ad anni successivi al primo che possono partecipare al bando.

Tale provvedimento dovrebbe essere accompagnato da un proporzionale adeguamento delle soglie previste per gli studenti di primo anno dell’anno accademico 2019/2020 per la non restituzione dei benefici.

Gli studenti in un comunicato si dicono fiduciosi che la loro richiesta venga attuata concretamente, specie dopo la possibilità di partecipare all’audizione in commissione su invito di Luca Sammartino, presidente della V Commissione all’ARS

I prossimi step adesso riguardano la realizzazione del bando per le borse di studio da parte dell’assessorato, il quale seguirà le linee guida previste e che dovrà poi essere recepito dagli ERSU locali.

Il bonus previsto, tra l’altro, potrebbe essere già inserito in un bando previsto dalla Regione Siciliana per lo stanziamento di 7 milioni di euro (di cui 4 milioni già stanziati), in funzione di quanto previsto dalla Giunta Regionale con deliberazione n. 275/2019.

L’assessore regionale per l’istruzione e la formazione professionale, Roberto Lagalla, ci ha riferito che si sta già lavorando per far avere a tutti gli idonei non vincitori di posto letto un sussidio per l’alloggio e per fornire ai meno abbienti, mediante fondi regionali, dei dispositivi per agevolare i ragazzi nell’attività didattica.” –commentano gli studenti a margine dell’audizione. 

L’assessore Lagalla si è assunto l’impegno di avviare da subito un dialogo con gli ERSU di Sicilia per valutare delle azioni che agevolino gli studenti nel raggiungimento dei requisiti di merito, nelle forme che si riterranno più opportune, mediante bonus o rivalutazione delle soglie previste.

Si è inoltre accennata la possibilità di realizzare anche dei bandi per dei sussidi straordinari da destinare a quegli studenti la cui condizione economica è peggiorata a seguito della crisi sanitaria in corso e si è ribadita la volontà di tutelare anche gli specializzandi mediante il supporto di borse di studio integrative e/o una rimodulazione delle tasse dovute.


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa