Sicily Magic Fest: Francesco De Benedictis ci racconta il Magic Elephant!

Antonio Catara

Cult

Sicily Magic Fest: Francesco De Benedictis ci racconta il Magic Elephant!

Sicily Magic Fest: Francesco De Benedictis ci racconta il Magic Elephant!
Pubblicato il 2 ottobre 2019

Esattamente un mese fa apriva i battenti il Sicily Magic Fest. Con i suoi nove giorni ricchi di magia ed eventi, il festival della magia siciliana ha attratto in Sicilia moltissimi appassionati e moltissimi maghi del calibro di Gianni Loria e Francesco Scimemi.

Uno degli eventi più significativi che il Sicily Magic Fest ha offerto al proprio pubblico è stato certamente il Magic Elephant Contest. La competizione, riservata solo ai maghi più giovani, ha permesso ad illusionisti emergenti di mettersi in luce e di mostrare le proprie qualità di fronte ad una giuria d’eccezione. Alla fine, a spuntarla è stato il sedicenne siracusano Francesco De Benedictis, premiato per le ottime abilità a dispetto della giovanissima età. Proprio a lui abbiamo voluto fare qualche domanda sull’evento, ma anche sul suo futuro e sulla sua carriera. Ecco cosa ci ha raccontato.

La vittoria del contest per maghi emergenti al Sicily Magic Fest, più che un punto d’arrivo, è certamente un trampolino di lancio. Dove ti vedi tra dieci anni?

“Questa vittoria mi ha dato tanta carica ma soprattutto tantissima voglia di fare e di imparare sempre di più! Naturalmente è solo la prima fra le varie tappe che incontrerò e non ho alcuna intenzione di allentare il tiro! Non riesco proprio ad immaginare la mia vita fra dieci anni, ma posso assicurarvi che ce la metterò tutta per diventare qualcuno. Per il momento, però, preferisco vivere nel presente e godermi questa splendida vittoria.”

Ad un mese dalla chiusura del festival, come ricordi la tua esperienza?

“Davvero è passato già un mese? Accidenti, sembra ieri! Forse ho questa sensazione proprio perché non passa giorno senza che io riviva l’adrenalina e l’emozione che partecipare ad un evento come il Sicily Magic Fest e, soprattutto, vincere il Magic Elephant mi hanno regalato.

Credi che i giovani maghi come te ricevano il giusto spazio? Oppure cambieresti qualcosa?

“Credo che i giovani appassionati di magia come me abbiano tutti i mezzi a disposizione per entrare a far parte di questo mondo. I club magici sono molto attenti alle esigenze di noi emergenti e ci permettono di arricchirci tecnicamente e culturalmente. Inoltre, credo che strumenti come YouTube oggi permettano davvero a tutti di provare ad imparare quantomeno le basi dell’illusionismo.”

C’è un mago, o anche più di uno, al quale ti ispiri particolarmente? Perché?

Principalmente sono due i maghi a cui mi ispiro: Juan Tamariz e Lennart Green. Il primo perché riesce a gestire gli spettatori in una maniera impressionante, praticamente senza mai toccare gli strumenti che utilizza. Il secondo perché riesce a tirar fuori il caos dalla magia ed io adoro il caos!


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa