Sanremo 2019: trionfa Mahmood, battuti Ultimo e Il Volo

Paolo Francesco Reitano

Music

Sanremo 2019: trionfa Mahmood, battuti Ultimo e Il Volo

Paolo Francesco Reitano
Pubblicato il 10 febbraio 2019

Non proprio uno sconosciuto: Alessandro “Mahmood”, 26 anni, è stato dichiarato ieri sera vincitore della 69° Edizione del Festival della Canzone Italiana.
Di fatto, il cantautore italo-egiziano ha dovuto vedersela in finale contro i “mostri”: da un lato Ultimo, il cantante più quotato in gara per aggiudicarsi la vittoria, e dall’altro il terzetto Il Volo, che godono di un ampio consenso del pubblico.

Nonostante questo fosse il suo primo vero approccio al grande pubblico, Mahmood è noto per la partecipazione ad X Factor nel 2012, ad Area Sanremo nel 2015 e per due ottimi piazzamenti a Sanremo Giovani, nel 2016 [4° posto] e nel 2018 [1°].
Oltre questo, il ventiseienne vanta collaborazioni celebri, come quelle con Fabri Fibra [Luna], con Michele Bravi [Presi Male], Gué Pequeno [Doppio Whisky], oltre ad aver partecipato alla composizione di brani come Nero Bali di Elodie e al brano Hola [I Say] di Marco Mengoni e Tom Walker.

Impronosticabile?
Direi di sì: le agenzie di scommesse spesso non lo hanno neanche citato, con una quotazione che parte da 30 a 50 secondo i bookmakers; al contrario, ad esempio, il cantante romano [Ultimo, ndr] era dato da 2,25 a 2,75.

Una sorpresa per tutti, per lui in primis: il suo brano “Soldi”, scritto insieme a Charlie Charles e Dardust, presenta un testo profondo e con vari riferimenti alla disillusione di una storia che si conclude perché l’interesse primario non era il partner, bensì ciò che aveva da offrire.

Testo di “Soldi”

In periferia fa molto caldo
Mamma stai tranquilla sto arrivando
Te la prenderai per un bugiardo
Ti sembrava amore era altro
Beve champagne sotto Ramadan
Alla TV danno Jackie Chan
Fuma narghilè mi chiede come va
Mi chiede come va come va come va
Sai già come va come va come va
Penso più veloce per capire se domani tu mi fregherai
Non ho tempo per chiarire perché solo ora so cosa sei
È difficile stare al mondo quando perdi l’orgoglio lasci casa in un giorno
Tu dimmi se
Pensavi solo ai soldi soldi
Come se avessi avuto soldi
Dimmi se ti manco o te ne fotti
Mi chiedevi come va come va come va
Adesso come va come va come va
Ciò che devi dire non l’hai detto
Tradire è una pallottola nel petto
Prendi tutta la tua carità
Menti a casa ma lo sai che lo sa
Su una sedia lei mi chiederà
Mi chiede come va come va come va
Sai già come va come va come va
Penso più veloce per capire se domani tu mi fregherai
Non ho tempo per chiarire perché solo ora so cosa sei
È difficile stare al mondo
Quando perdi l’orgoglio
Ho capito in un secondo che tu da me
Volevi solo soldi
Come se avessi avuto soldi
Prima mi parlavi fino a tardi
Mi chiedevi come va come va come va
Adesso come va come va come va
Waladi waladi habibi ta’aleena
Mi dicevi giocando giocando con aria fiera
Waladi waladi habibi sembrava vera
La voglia la voglia di tornare come prima
Io da te non ho voluto soldi…
È difficile stare al mondo
Quando perdi l’orgoglio
Lasci casa in un giorno
Tu dimmi se
Volevi solo soldi soldi
Come se avessi avuto soldi
Lasci la città ma nessuno lo sa
Ieri eri qua ora dove sei papà
Mi chiedi come va come va come va
Sai già come va come va come va

Ritmato, dalle sonorità lontane dalla classica canzone sanremese, il pezzo di Mahmoud ha stupito tutti.

Da qui, riportiamo la classifica finale del Festival e la nomination ai vari premi affiliati alla gara, in cui hanno brillato Simone Cristicchi, Daniele Silvestri feat. Rancore & Manuel Agnelli, e, infine, Ultimo, già sul podio.

CLASSIFICA FINALE 69° Festival della Canzone Italiana:

  • PRIMO CLASSIFICATO: Mahmood
  • SECONDO CLASSIFICATO: Ultimo
  • TERZO CLASSIFICATO: Il Volo
  • 04 – Loredana Bertè
  • 05 – Cristicchi
  • 06 – Silvestri
  • 07 – Irama
  • 08 – Arisa
  • 09 – Achille Lauro
  • 10 – Enrico Nigiotti
  • 11 – Boomdabash
  • 12 – Ghemon
  • 13 – Ex Otago
  • 14 – Motta
  • 15 – Francesco Renga
  • 16 – Paola Turci
  • 17 – The Zen Circus
  • 18 – Federica Carta e Shade
  • 19 – Nek
  • 20 – Negrita
  • 21 – Patty Pravo e Briga
  • 22 – Anna Tatangelo
  • 23 – Einar
  • 24 – Nino D’Angelo e Livio Cori

PREMIO TIM MUSIC: Ultimo

PREMIO PER LA MIGLIOR COMPOSIZIONE MUSICALE GIANCARLO BIGAZZI: Simone Cristicchi

PREMIO MIGLIOR TESTO SERGIO BARDOTTI: Daniele Silvestri, Rancore, Manuel Agnelli

PREMIO MIGLIOR INTERPRETAZIONE SERGIO ENDRIGO: Simone Cristicchi

PREMIO DELLA SALA STAMPA LUCIO DALLA:Daniele Silvestri, Rancore, Manuel Agnelli

PREMIO DELLA CRITICA MIA MARTINI: Daniele Silvestri, Rancore, Manuel Agnelli


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa