Prima missione dello Space Shuttle Endeavour: 7 maggio 1992

Simone Ardilio

Oggi come ieri

Prima missione dello Space Shuttle Endeavour: 7 maggio 1992

Prima missione dello Space Shuttle Endeavour: 7 maggio 1992
Pubblicato il 7 maggio 2019

 Il 7 maggio 1992 è una data da ricordare per un motivo ben preciso: lo Space Shuttle Endeavour parte per la sua prima missione.

Lo Space Shuttle Endeavour, è il quinto, senza considerare l’Enterprise, ed ultimo Space Shuttle costruito dalla NASA.

La costruzione dell’Endeavour iniziò nel 1987 per rimpiazzare il Challenger, distruttosi in volo nel 1986 poco dopo il lancio. Questo incidente causò la tragica morte dei sette membri dell’equipaggio.  Cinque anni dopo, nel 1992, l’Endeavour era finalmente pronto per il volo inaugurale.

Il nome del nuovo shuttle era un omaggio alla HMS Endeavour. Quest’ultima fu la nave che trasportò James Cook e il suo equipaggio nel primo di tre celebri viaggi nel Pacifico Meridionale. L’obiettivo era scoprire nuovi territori e nuove conoscenze scientifiche.

Per assemblarlo si utilizzarono pezzi di scorta dell’Atlantis e del Discovery. La scelta di costruire l’Endeavour diventò obbligatoria poiché una eventuale riconversione al volo dell’Enterprise sarebbe stata troppo costosa. La missione STS-49 del ’92 aveva come obiettivo principale il riposizionamento di un satellite per le telecomunicazioni, l’Intelsat 603, finito su un’orbita sbagliata. Occorsero tre EVA, cioè tre passeggiate spaziali, per riuscire finalmente ad agganciare il satellite, pesante 4.215 kg.

La missione più importante dell’Endeavour, e una delle più complesse in assoluto tra tutte quelle compiute dagli shuttle, fu la STS-61. Svoltasi tra il 2 e il 13 dicembre 1993, fu la prima missione di servizio dedicata al telescopio spaziale Hubble. Il suo scopo principale era sostituire uno strumento del telescopio, lo HSP (High Speed Photometer), con un sistema di lenti correttive, il COSTAR(Corrective Optics Space Telescope Axial Replacement), studiato per correggere il grave problema di aberrazione sferica che affliggeva lo specchio primario di Hubble e rendeva maledettamente sfocate le sue immagini.

È grazie allo shuttle Endeavour e ai sette membri della STS-61 che Hubble è diventato quello straordinario strumento di scoperta e di meraviglia che tutti conosciamo.


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa