Oggi ci lasciava Whitney Houston: semplicemente “The Voice”

Sara Obici

Music

Oggi ci lasciava Whitney Houston: semplicemente “The Voice”

Oggi ci lasciava Whitney Houston: semplicemente “The Voice”
Sara Obici
Pubblicato il 11 febbraio 2019

L’11 febbraio 2012 purtroppo veniva a mancare Whitney Houston: una delle voci più “iconiche” del nostro tempo ci lasciava prematuramente all’età di quarantotto anni. Considerata da molti come una delle principali artiste della scena pop-soul statunitense, Whitney è stata sicuramente una delle migliori cantanti della storia.

I suoi maggiori successi sono diventati dei capolavori senza tempo: brani come “I will always love you” e “One moment in time” sono universalmente riconosciuti in tutto il mondo, ed è un primato che in pochi possono vantare. Ma stiamo pur sempre parlando di un’artista che nel corso della sua carriera ha venuto bem 190 milioni di dischi per tutto il globo.

Vincitrice di 22 American Music Awards (record assoluto imbattuto ancora oggi) e di 6 Grammy Awards, l’artista statunitense ha vissuto una vita piena, emozionante e complicata: il successo internazionale, le storie d’amore con Eddy Murphy e Michael Jackosn, ma anche i problemi di droga, la riabilitazione, la causa legale con il padre e la violenza domestica subita dall’allora marito Bobby Brown.

Tutto questo ha contribuito a renderla ciò che era: un personaggio complesso e sensibile, certe volte persino controverso, ma dal talento purissimo e sicuramente indiscutibile. Oprah Winfrey, altra importantissima personalità di spicco della cultura americana, era una sua grande fan e coniò per lei il soprannome “the Voice”, come se Whitney fosse davvero LA sola, unica e inconfondibile voce per definizione.

Il suo timbro scuro, drammatico, forte e robusto è ciò che caratterizza una voce “di petto”, rendendola cos’ un soprano drammatico dal talento senza precedenti.  Con un’estensione vocale di 3 ottave di 3 semitoni Whitney era in grado di raggiungere e mantenere alcune tra le note più difficili (fa5 e sol5). Ma la sua performance non era solo tecnica, difatti quel che riusciva di più a colpire il pubblico era la sua interpretazione, anche emotiva, di ogni canzone.

 


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa