Nasceva oggi Cesare Beccaria, uno dei più grandi giuristi italiani

Corrada Cannella

Oggi come ieri

Nasceva oggi Cesare Beccaria, uno dei più grandi giuristi italiani

Nasceva oggi Cesare Beccaria, uno dei più grandi giuristi italiani
Corrada Cannella
Pubblicato il 15 marzo 2019

Nasceva oggi Cesare Beccaria. Era il 15 marzo 1738 quando Milano dava i natali a uno dei più grandi giuristi italiani. Filosofo, economista e letteratura, è considerato uno delle più grandi figure di spicco degli anni dell’Illuminismo italiano.

“Se dimostrerò non essere la pena di morte né utile, né necessaria, avrò vinto la causa dell’umanità”

Diceva nella sua opera “Dei delitti e delle pene”. Il trattato è celebre in tutto il mondo perché in esso viene condotta una profonda analisi politica e giuridica contro la tortura e soprattutto la pena di morte. Per redigerlo, Beccaria si basò sui principi portati avanti dal razionalismo e dal pragmatismo di stampo utilitarista.

Il testo è uno dei più influenti della storia del diritto penale poiché ispira tuttora il codice penale voluto dal granduca Leopoldo di Toscana insieme con i padri fondatori degli Stati Uniti d’America durante la stesura di parte della costituzione statunitense.

Collaborò molto con la rivista Il Caffè oltre a contribuire alla creazione della celeberrima Accademia dei Pugni, fondata esclusivamente sul concetto educativo secondo il quale la persona colta sarebbe meno incline a commettere dei delitti.

Sostenitore convinto che il vero freno alla criminalità fosse non la crudeltà della pena, ma la certezza di una punizione per il colpevole, morirà nel 1794 nella sua tanto amata Milano.


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa