M’interesso di te: sostegno e protezione ai ragazzi invisibili

Il Mediterraneo in miniatura

Il Mediterraneo in miniatura

M’interesso di te: sostegno e protezione ai ragazzi invisibili

Pubblicato il 25 marzo 2020

di Emanuela Partini

La maggior parte dei minori non accompagnati che si trova in Italia ha 16 o 17 anni e con il passaggio alla maggiore età, tutta l’architettura di tutela, che li garantisce, viene fortemente indebolita o svanisce del tutto.

Per rispondere a questi bisogni nasce il progettoM’interesso di tepromosso dalla “Federazione nazionale Salesiani per il Sociale”.

Pensato per arginare il fenomeno dell’esclusione sociale e dello sfruttamento dei minori stranieri non accompagnati e dei neomaggiorenni, e per riempire, il vuoto che si crea proprio nel passaggio dalla minore alla maggiore età, il progetto ha appena concluso la sua seconda annualità e si prepara ad avviare per il terzo anno consecutivo le proprie attività. Sedi del progetto sul territorio nazionale si trovano a Torino, a Napoli e a Catania.

Il progetto “M’interesso di te” sostiene il lavoro di una rete composta da educatori di strada, psicologi e volontari che garantiscono subito a ciascun ragazzo, sostegno e protezione, assistenza legale, psicologica e medico-sanitaria ed un orientamento scolastico o professionale.

Si tratta di ragazzi invisibili, usciti dal circuito dell’accoglienza senza però avere gli strumenti per essere autonomi, che vivono in condizioni precarie e che ogni giorno rischiano di essere coinvolti in attività criminali o in circuiti di sfruttamento sessuale. Per questi giovani, gli operatori del progetto, attraverso l’educativa di strada, costituiscono, quando riescono ad agganciarli, una concreta prospettiva di riscatto.

Per saperne di più abbiamo deciso di incontrare Eliana Emma, dell’Associazione Metacometa APS, coordinatrice della sede Najma-M’interesso di te di Catania. Eliana lavora per l’Associazione da circa 3 anni, si occupa dei ragazzi stranieri, e quindi del loro accompagnamento alle famiglie, dei rapporti con i servizi sociali e i tribunali. L’abbiamo intervistata presso Casa Nazareth, per la rubrica Il Mediterraneo in miniatura di Sud Life.


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa