Lercio colpisce ancora: altro libro, altra storia, stessa ironia

Sara Obici

Lercio colpisce ancora: altro libro, altra storia, stessa ironia

Sara Obici
Pubblicato il 19 aprile 2019

Lercio, dalle origini ai giorni nostri

Praticamente tutti sappiamo cos’è Lercio. Ormai è quasi automatico: quando vediamo un articolo particolarmente demenziale la nostra mente corre automaticamente a loro; la cosa bella è che a volte ci azzecca altre no, perchè magari alla fine quella notizia si rivela autentica per davvero! Questo è il grande paradosso dei nostri tempi, ed è forse anche grazie a questo fenomeno che Lercio ha avuto così tanto successo.

Una redazione di circa venti persone cura quello che nasce come un semplice “contenitore di battute dal mondo del Web” – promosso inizialmente da Daniele Luttazzi, ma che poi si è affermato sempre di più, fino a diventare un vero e proprio punto di riferimento per la satira politica del paese. Scritta bianca su sfondo rosso, stile e font scelti appositamente per scimmiottare il famoso “Leggo”, e tanto,tanto senso dell’umorismo: questi gli “ingredienti” di Lercio che saltano subito all’occhio.

Per quanto riguarda i contenuti quello che emerge è sicuramente l’attenzione per l’attualità e per le battute di qualità. Ne sono un esempio titoli come “GDF chiude pizzeria Napoletana: non esponeva regolare foto di Maradona” o “Trova un sacchetto di plastica nell’orata, va a protestare al supermercato e glielo fanno pagare”. Nel corso del tempo è capitato che i ragazzi di Lercio abbiano addirittura predetto involontariamente notizie rivelatesi poi vere, come quella del ciclista che barava utilizzando una bici elettrica.

Presentazione del libro: “la storia lercia del mondo, i retroscena dell’umanità”

“La storia lercia del mondo, i retroscena dell’umanità” è la nuova, ultima fatica del collettivo satirico più famoso del Web. La presentazione del libro si è svolta l’altro ieri sera da Nievski, a presentare c’era Claudio Favara – uno dei collaboratori di Lercio, e a moderare Simone Di Stefano, di Spazi Sociali Catania – tra gli organizzatori dell’evento. Tra la non nutritissima schiera di presenti – circa 15 persone – c’eravamo anche noi di Sud Life, e abbiamo colto l’occasione per raccogliere un pò di impressioni.

La serata si è svolta in un clima piacevole, e a parte le ultime polemiche “di lana caprina” su cosa possa essere definito “Black Humor” o meno, la presentazione è stata molto interessante. Tra letture di qualche estratto del libro e alcune riflessioni sulla satira e l’informazione – “Una notizia viene considerata vera solo se coincide con i propri pregiudizi”, quello che emerge è sicuramente la voglia di far ridere con stile e cognizione di causa. Fin ora, almeno secondo noi, è missione compiuta.


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa