Learn By Movies anche da casa: UNICT fa di necessità virtù!

Simone Dei Pieri

arte e cultura

Learn By Movies anche da casa: UNICT fa di necessità virtù!

Learn By Movies anche da casa: UNICT fa di necessità virtù!
Pubblicato il 26 aprile 2020

Se c’è qualcuno che è uscito sconfitto dalla chiusura forzata degli ultimi mesi, quello è il comparto culturale: musei, cinema e teatri chiusi, eventi annullati e danni per milioni di euro. Ma qualcuno è riuscito ad affrontare la situazione.

Un’ottima soluzione al problema è stata infatti approntata dall’Università di Catania che, sotto la guida del prof. Rosario Castelli, è riuscita a ripensare l’ormai popolare rassegna Learn By Movies, proponendo agli studenti una serie di titoli liberamente fruibili da casa.

Buoi in… salotto!

Si tratta di ben 8 film, trasmessi da lunedì 20 a lunedì 27 aprile in lingua originale e sottotitolati: da American Animals a The Rider, passando per titoli di grande spessore come Lou Andreas Salome, A vida Invisivel, The Kindgarten teacher, Sergio & Serguei , L’heure de la sortie e Gospod Postoi, imeto i’ e Petrunija.

Ogni sera fino alle 24 sarà possibile vedere il film del giorno. Basta collegarsi al sito ufficiale www.agenda.unict.it/learnbymovies, all’interno del quale sarà possibile seguire il film in programma per quella serata.

Come ogni edizione della rassegna, inoltre, anche questa sarà totalmente gratuita per tutti.

Si tratta di una novità importante per il Learn by Movies, così come per l’Università di Catania, ma anche di una sfida per un Ateneo che sta dimostrando di poter fare “di necessità virtù!”

Siamo il primo ateneo a proporre alla comunità una rassegna online.(…) Sarà un’edizione compatta, una home edition che non è, ovviamente, quella che avevamo pensato per la sala, ma che speriamo possa allietare lo stesso le vostre serate.”  –le parole del prof. Rosario Castelli, che cura la rassegna per l’Ateneo catanese.

Ma nonostante la rassegna prevedesse originariamente 16 film, si è riusciti a realizzare un importante momento di confronto tra gli studenti, pur ridimensionato.

“Si tratta del meglio di cui possiamo disporre in una situazione eccezionale. Sono gli spazi che garantiscono continuità alla nostra familiarità con la cultura e l’arte (…) Tenendo viva la fiaccola della bellezza!”

E anche se non sono ancora pubblici i numeri dei partecipanti, siamo sicuri che gli studenti abbiano gradito le novità, anche se forzata, di questa edizione.


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa