La pioggia non ferma le idee – Le Candele della Memoria sulle scale del Tribunale

Simone Dei Pieri

News&Politics

La pioggia non ferma le idee – Le Candele della Memoria sulle scale del Tribunale

La pioggia non ferma le idee – Le Candele della Memoria sulle scale del Tribunale
Pubblicato il 22 marzo 2019

La pioggia non può fermare le idee. Ed è stato evidente sin da subito durante la manifestazione che si è svolta ieri sera alle ore 20.00, presso la scalinata del Palazzo di Giustizia di Catania, “Le Candele della Memoria” in occasione della “Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie”.

L’evento promosso dall’associazione universitaria Nike, al quale hanno aderito numerose associazioni studentesche e non solo del territorio catanese, ha visto la presenza di molti giovani che si sono ritrovati dinanzia la scalinata del Palazzo di Giustizia per ricordare le vittime delle mafie e per rimarcare l’importanza dell’impegno quotidiano di ogni singolo cittadino, dal più giovane al più anziano, nella lotta alla mafia.

La serata ha avuto inizio con il saluto del Magnifico Rettore, Prof. Francesco Basile, che ha evidenziato l’importanza e la vicinanza dell’intero Ateneo al tema della lotta alla mafia, e con i saluti dell’Associazione Nike portati dal presidente Pietro Campolo e dal coordinatore Giuseppe Trovato.

La serata si è svolta, tra musica e testimonianze di associazioni e singoli che hanno portato sul palco la propria esperienza quotidiana di impegno e lotta alla criminalità.

“Siamo soddisfatti della corposa partecipazione di giovani e meno giovani alla quale abbiamo assistito ieri sera” -commenta Stefano Orlando, già senatore accademico dell’Università di Catania “nonostante le condizioni atmosferiche, significa che il tema della lotta alla mafia è fortemente sentito tra i giovani catanesi.”

“Ci teniamo a ringraziare tutte le associazioni studentesche e giovanili che indipendentemente dal colore politico hanno aderito all’iniziativa -aggiungono Pietro Campolo e Giuseppe Trovato- poiché tutti insieme abbiamo dato un forte messaggio di unità contro la criminalità e contro l’illegalità.”

Soddisfatto anche il senatore accademico Giuseppe Fava: “Ringraziamo il Magnifico Rettore per la sua presenza e per aver concesso il patrocinio dell’Università all’iniziativa.

Riteniamo che sia un messaggio importante di vicinanza da parte di tutta la comunità accademica catanese al tema della lotta alla mafia, quella mafia che ci vorrebbe tutti ignoranti e ubbidienti, quella mafia che solo l’impegno quotidiano, il sapere e la cultura possono combattere.”


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa