L’amore bugiardo, un thriller psicologico

Alice Santilli

Tra le righe

L’amore bugiardo, un thriller psicologico

L’amore bugiardo, un thriller psicologico
Pubblicato il 25 maggio 2019

Il thriller psicologico di Gillian Flynn ottiene moltissima visibilità, nel 2014, con la trasposizione cinematografica di Fincher.

Un libro che ha tutte le carte in regola per ottenere il successo che ha ottenuto: suspance, intrighi, amore e morte si mescolano sul palco del piccolo paesino del Missouri.

Il linguaggio che accompagna la storia è semplice e scorrevole. Eppure riesce senza alcuna difficoltà a seguire tutti quei piccoli dettagli, quelle leggere sfumature, quegli indizi impercettibili che parlano del carattere dei personaggi, delle loro relazioni e dei loro sentimenti e pensieri.

Come ogni libro thriller che si rispetti, lo scrittore riesce in maniera magistrale a prendere in giro chi legge. Spostando, montando e modificando, all’ultimo momento, i vari intrecci della storia.

È attraverso le affermazioni più ovvie che si nasconde l’inganno, dietro cui, a sua volta, si nasconde un’ulteriore imbroglio.
Quando poi tutto è svelato, quando le bugie sono venute a galla, anche in quel momento si potrebbe essere sorpresi dall’ennesimo colpo di scena.

È questo un thriller che non gioca sulle scene forti, ma sulle leggere sfaccettature della psiche umana. Una psiche che, lo scrittore, usa e plasma a suo piacimento, svelando i ruoli reali dei personaggi solo molto dopo l’evolversi della storia.

Si pretende sempre che i thriller siano geniali, che siano capaci di mantenere il mistero fino al momento in cui è lo scrittore stesso a decidere di svelare le trame del racconto. Eppure la particolare capacità di Gillian Flynn di muovere i fili va sottolineata, così come la risposta inaspettata che intreccia al finale.

Questo romanzo fa cadere la morale tradizionale, offre una sua prospettiva originalissima dei valori. Sul piatto della bilancia, le azioni non hanno più il peso che la società ritiene debbano avere.

Non è, forse, il migliore romanzo thriller in circolazione, ma sicuramente offre una buonissima lettura per gli amanti del genere.


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa