GTA 5 Online: pregi e difetti di una società virtuale, ma non troppo

Sara Obici

Nerdlife

GTA 5 Online: pregi e difetti di una società virtuale, ma non troppo

GTA 5 Online: pregi e difetti di una società virtuale, ma non troppo
Sara Obici
Pubblicato il 16 ottobre 2019

La modalità Online di GTA 5 rappresenta ancora, a più di 6 anni dalla sua uscita, il vero “futuro” dei videogiochi. Lo so, sembra strano, anche perchè nel corso del tempo sono usciti tanti altri titoli che, almeno sulla carta, avrebbero potuto eguagliarlo, ma nulla. Almeno a mio parere, GTA 5 resta ancora imbattuto.

In questo articolo non ci soffermeremo sulla complessità, sulla bellezza e sulla profondità della trama della modalità storia, ma parleremo dell’Online, e di come rappresenti lo specchio perfetto delle contraddizioni della nostra società. Pronti?

Dinamiche sociali vere, in un mondo virtuale

Nella gigantesca mappa di GTA 5, che si estende dalla remota Blaine County alla metropoli di Los Santos, le interazioni tra i giocatori creano veramente qualsiasi tipo di situazione, qualsiasi scenario possibile e immaginabile.

Ed è proprio questo che arricchisce l’esperienza di gioco, e le decine e decine di attività che è possibile intraprendere. Da soli o con gli amici, “messi seri” o “a farsa”, si può fare tutto e il contrario di tutto.

Comprare stabilimenti per il contrabbando di merci illegali, gestire basi operative nelle quali organizzare furti spettacolari, modificare e personalizzare automobili velocissime, decidere le sorti di giocatori, npc e come se non bastasse di un’intero Casinò. Insomma, chi più ne ha più ne metta.

E io, in 6 mesi in questo “mondo di pazzi” ne ho viste di tutti i colori.

C’è chi ti ostacola solo per il gusto di farlo, e chi invece ti aiuta in maniera amichevole e disinteressata. Puoi avviare una missione, ed essere fortunato nel trovare dei “collaboratori” seri, oppure puoi “incappare” nell’idiota che ti fa fallire tutto escusivamente per dispetto.

Che è come quando nella vita vera trovi chi, pur essendo sulla tua stessa identica barca, fa comunque di tutto per affondarla e buttarti giù. Ma la cosa davvero interessante è che il comportamento dei giocatori si è evoluto, nel corso del tempo, per far fronte a questi fenomeni “sociali virtuali”. Come?

Grinder e Outrider, la lotta tra il bene e il male

I caratteri “online” di ogni giocatore si sono, con il passare del tempo, evoluti per sopravvivere; e conseguentemente stereotipati per aderire a tre diverse “categorie”.

  • Grinder: spesso a bordo dell’Oppressor, la fastidiosissima moto volante – che andrebbe sicuramente nerfata – non perdono occasione per uccidere chiunque si trovi a tiro. Che tu stia facendo scorte, esportando un’auto, o semplicemente girovagando per i fatti tuoi tra le vie di Los Santos, quando vedi quella piccola icona della zanzara sopra la testa stai pur certo che riceverai un missile.
  • Outrider: sono praticamente l’opposto dei Grinder. Degli eroi in piena regola, scelgono di proteggere un giocatore random della propria sessione, per fare in modo che i grinder non lo disturbino. Spesso non vogliono neanche entrare a far parte dell’organizzazione di chi stanno aiutando, e sono dotati di pazienza infinita mentre proteggono dall’alto senza alcun tornaconto personale. A loro andrebbe eretto un monumento.
  • Opportunisti: pensano principalmente ai propri interessi, e non “rompono le scatole” a meno che non vengano provocati. Essenzialmente pacifici, ma con le dovute eccezioni: se il carico di qualche altro giocatore non è troppo distante da loro, un salto a distruggere tutto magari lo fanno.
  • Coerenti: Non disturbano nessuno, e non vogliono essere disturbati. Se vengono attaccati rispondono con poca flemma, se poi si tratta dei grinder lasciano proprio il Joistick: tanto sanno che non c’è partita.

E voi cosa ne pensate? Giocate a GTA 5 Online, e se sì, a quale di queste “categorie” appartenete?


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa