Elezioni Rettore Unict: c’è ancora qualche speranza?

Alessandra Di Marco

News&Politics

Elezioni Rettore Unict: c’è ancora qualche speranza?

Elezioni Rettore Unict: c’è ancora qualche speranza?
Pubblicato il 9 luglio 2019

Rettore che va, Rettore che viene. Dopo l’uragano che nei giorni scorsi ha travolto l’Università degli Studi di Catania, distruggendo qualche colonna portante, ieri sul sito del nostro ateneo è stato pubblicato l’avviso sulle elezioni del nuovo Rettore che si terranno il 23 agosto 2019, per il sessennio 2019/2025. Scelta decisa dal decano dei professori ordinari Vincenzo Di Cataldo, anche e soprattutto in seguito al coraggioso e astuto ritiro di Francesco Basile da quello che era il suo ruolo di Rettore.

Chi potrà votare? Tutti i professori dell’Ateneo, tutto il personale tecnico-amministrativo e tutti i rappresentanti degli studenti.

Come riportato dal sito dell’Unict, tutti i candidati dovranno presentare la domanda entro il 19 luglio 2019.

Nonostante molti abbiano perso fiducia e credibilità verso l’ateneo, e non avrebbero tutti i torti, non dobbiamo fare di tutta un’erba un fascio. Ci sono ancora molti professori che con il loro impegno e la loro dedizione hanno portato in alto il nome della nostra Università e sono stati un’ottima guida per tutti gli studenti.

Proprio perchè gli studenti sono le prime vittime, tanta è la confusione che frulla nella loro testa. Si chiedono se ne valga ancora la pena studiare qui o partecipare a qualche concorso: “Io spero tanto, in ossequio al celebre detto del bicchiere mezzo pieno, che questa sia finalmente l’occasione, a Catania e in tutta Italia, per dare lustro e credibilità ad un territorio che oggi ha bisogno di una visione basata sul merito, sul metodo e sulla consapevolezza che se va avanti chi conosce qualcosa, a discapito di chi conosce qualcuno, non verranno avvantaggiati pochi ma saremo fortunati tutti”.

Queste sono le parole di Federico Scalisi, studente della facoltà di Giurisprudenza e rappresentante degli studenti al Senato Accademico, quest’ultimo riunito l’8 luglio 2019, e che sintetizzano il sentimento di tutti gli studenti.

Lo so che penserete “Elezioni inutili, tutto sarà già stabilito”, ma dopo il danno subito pretendiamo un cambiamento, e anche subito. Dunque, con queste nuove elezioni speriamo che qualcosa di buono possa nascere ancora. Diamo un ulteriore possibilità al nostro ateneo.

Ma questa notizia presenta un neo: come Vincenzo Di Cataldo, essendo SOLO il più anziano dei professori ordinari, possa prendere una decisione del genere che nella realtà non li spetta? L’Unict e i suoi continui misteri spiegati qui  dal nostro editore.

Per leggere il decreto cliccate qui. 

Commenti dei lettori


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa