Crash Team Racing Nitro-Fueled: un tuffo nel passato

Sara Obici

Nerdlife

Crash Team Racing Nitro-Fueled: un tuffo nel passato

Crash Team Racing Nitro-Fueled: un tuffo nel passato
Sara Obici
Pubblicato il 21 settembre 2019

Tutti noi ricordiamo con un misto di nostalgia e commozione i giochi del nostro passato. Certo, chi è nato intorno al 2000 ripenserà alle ore della propria infanzia passate su Spore, The Sims 3 e Borderlands; chi invece appartiene ai primi anni ’90 ricorderà di essere cresciuto insieme a Tomb Raider, Metal Slug X, e ovviamente Crash Bandicoot; ma quel che è certo è che comunque tutti abbiamo dei “ricordi videoludici” indelebili da poter richiamare alla mente per sentirci di nuovo bambini, almeno per qualche istante.

Ecco, Crash Team Racing rappresenta un tuffo nel passato per coloro che hanno avuto il privilegio di giocare i titoli della famiglia “Crash” negli anni ’90, e un valido punto di riferimento per le nuove generazioni di videogiocatori. Scopriamo perchè.

Tutto uguale, tutto diverso

Il gioco è uscito il ventuno giugno di quest’anno, ma io l’ho appena comprato, e la mia emozione è alle stelle. Torno a casa in fretta e furia e inserisco con trepidazione il disco nella ps4. Ed ecco che improvvisamente ritorno bambina. Come in una macchina del tempo, improvvisamente è il 1999 e sono seduta a gambe incrociate davanti al televisore di casa mia, esattamente come allora.

Dalla musica di sottofondo, alla grafica dei menù, nulla sembra essere davvero cambiato. Mi bastano poche ore di gioco, sia delle “tappe” della campagna principale sia della modalità online, per capire che lo spirito del gioco è ancora quello di una volta.

Un livello di sfida ben bilanciato e stimolante, un gameplay divertente, delle piste incredibilmente belle e innovative. Ci sono i “vecchi” scenari che ci hanno fatto innamorare in passato, e anche nuove “location” con numerosi riferimenti al “mondo nerd”; e tutto ciò fa in modo che, davvero, non manchi proprio nulla.

Modalità Online: Sfidarsi con Onore

Quante volte siamo stati shottati senza poter far nulla in Gta 5, Watch Dogs 2 o Red Dead Redemption 2 Online? Quante volte abbiamo sperimentato quel senso di impotenza ed ingiustizia quando ci capita una sessione con giocatori “cattivi” che non fanno altro che accanirsi su di noi? Ecco, con Crash Team Racing Nitro-Fueled potrete lasciarvi alle spalle questo senso di frustrazione.

Difatti, come praticamente tutti i titoli di questa fortunata saga videoludica, al centro del gioco vi è l’abilità del giocatore, la sua concentrazione e i suoi riflessi. Si ha sempre la possibilità di liberarsi da una cassa esplosiva se si salta tempestivamente, e si ha sempre modo di capire e prevedere quando stiamo per essere copiti da un’altro giocatore.

Tutti questi aspetti portano ad avere una sfida equa, stimolante e anche notevolmente più divertente.

Il riassunto di tutti questi aspetti crea, nel 2019, un’esperienza videoludica “vintage” profondamente differente da quelle attuali, ma che comunque ha numerosi aspetti dai quali bisognerebbe prendere spunto.


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa