20 anni di Matrix: il debutto nel 1999

Paolo Francesco Reitano

Oggi come ieri

20 anni di Matrix: il debutto nel 1999

20 anni di Matrix: il debutto nel 1999
Paolo Francesco Reitano
Pubblicato il 31 marzo 2019

«Matrix è ovunque. È intorno a noi. Anche adesso, nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra, o quando accendi il televisore. L’avverti quando vai al lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità.»

[Morpheus a Neo]

“Matrix” proviene dal termine “matrice”, elemento tabellare derivante da strutture matematiche, utilizzato nell’informatica per creare associazioni tra dati di diversa natura. Qui, però, parliamo di cyberspazio parallelo e comunque collegato alla realtà: questo è Matrix.

Scritto e diretto dagli allora fratelli Andy e Larry Wachowski, oggi Lilly e Lana, Matrix è diventato un elemento cult della cultura cinematografica a cavallo tra gli anni 90 e 2000.

Uscito il 31 marzo 1999 nelle sale cinematografiche e poco più di un mese dopo in Italia [precisamente il 7 maggio], ha riscosso un successo planetario.

Il film racconta la storia di un programmatore di software, Thomas Anderson, che conserva una vita segreta e parallela come hacker, con lo pseudonimo di Neo.
Dopo la comparsa di alcuni codici misteriosi nel monitor del suo computer relative al termine “Matrix”, il protagonista si incuriosisce e, scoprendo sempre più, viene condotto da Morpheus, che mostra a Neo tutto ciò che concerne la natura di Matrix.

L’ormai ex programmatore accetta e con Morpheus viene catapultato in un’epoca futura e sconosciuta.
La popolazione umana è costretta a combattere contro tutto ciò che ha inventato nei secoli precedenti: la tecnologia si è ribellata al suo creatore. 

Neo, in realtà, altro non è che l’Eletto, ossia l’uomo che farà terminare la guerra dell’umanità contro le macchine, modificando la realtà circostante.

La pellicola, prodotta con un budget di 63 milioni di dollari, già nel primo week-end di programmazione aveva raggiunto la soglia record pari a quasi la metà delle spese di produzione: 28 milioni solo nelle sale americane.

Viene giudicato come un vero e proprio successo finanziario, divenendo il 4° film con i maggiori incassi del 1999: 463.517.383 di dollari guadagnati nelle sale di tutto il mondo.

 

 


Copyright © anno 2018 - SudLife
Direttore Lucia Murabito
Direttore Editoriale Pierluigi Di Rosa